Logo Benessere Salute Guide su benessere e salute, salute bellezza, centro benessere, elenco medici e links dal mondo del benessere  salute

Alopecia

Alopecia è il termine generico che indica una diminuzione patologica degli annessi piliferi che si suddivide in molteplici forme più o meno gravi. Il problema Alopecia della caduta dei capelli è complesso e diverse possono essere le cause per cui è indispensabile una diagnosi corretta, frequentemente lo stress gioca un ruolo aggravante, per cui l'aiuto del medico supporta la terapia farmacologica.

Esistono terapie di fondo che possono essere applicabili in generale e terapie specifiche da utilizzare in modo mirato.

Spesso il problema è transitorio e risolvibile e si possono ottenere buoni risultati con l'utilizzo combinato di prodotti semplici contenuti in integratori, lozioni e shampoo, usati con costanza per un periodo sufficientemente lungo; in altri casi si è di fronte a vere e proprie patologie del capello e/o malattie sistemiche che vanno perciò affrontate adeguatamente.

Sono di ausilio tecniche diagnostiche quali il tricogramma che permette di individuare le fasi di crescita del capello e le anomalie in esso presenti

In questa foto una donna soffrente di alopeccia, malattia dei capelli curabili con semplici prodotti contro alopecia.

Esempio di caduta dei capelli alopecia

L’ alopecia androgenetica è senz’altro quella che affligge la maggior parte dei pazienti, soprattutto negli individui giovani.

Essa è la più frequente affezione del cuoi capelluto che nel sesso maschile è così diffusa da poter quasi esser considerata un evento “normale” e non una malattia del capello. Nell’ alopecia androgenetica i follicoli piliferi vanno incontro ad un processo di trasformazione che li porta ad una progressiva miniaturizzazione, divenendo così più piccoli e superficiali.

Il risultato è un capello sempre più debole, sottile, ed un progressivo diradamento. Spesso questo evento è associato ad una ipersecrezione delle ghiandole sebacee con conseguente aumento del sebo sul cuoio capelluto e sui capelli.

Tale processo è dovuto all’aumento di un ormone denominato diidrotestosterone (DHT), che deriva naturalmente dal testosterone per azione dell’enzima “5-alfa-reduttasi”; da ciò ne deriva che la riduzione dell’attività di tale enzima aiuta a regolare la produzione di sebo e la normale crescita del capello. Una nuova terapia da noi utilizzata si avvale di un farmaco che ha dato buoni risultati: la finasteride.

Questa molecola è molto utilizzata e con pochi effetti collaterali, ma deve essere assunta sotto controllo medico. In casi estremi si può ricorrere all’autotrapianto dei propri capelli nelle zone di diradamento. Si tratta di un intervento chirurgico eseguito in anestesia locale che porta comunque ad un rinfoltimento delle aree interessate.

 

Altri approfondimenti sulle malattie dermatologiche:

Acne

Verruche Papillomi Condilomi

Neoformazioni Cutanee

Nevi e Melanoma

Ipertricosi Irsutismo

Invecchiamento Cutaneo

Cellulite

Smagiature

Alopecia

Iperpigmentazioni

Allergie Cutanee