Nascita dell'Omeopatia

Il primo accenno all'Omeopatia in Occidente è di Ippocrate (460 - 375 a. C.).

Due i suoi principi fondamentali:
"Similia similibus curentur" (I simili possono essere curati dai simili) e
"Contraria contrariis curantur" (le malattie si curano con rimedi contrari).

L'importanza della similitudine in omeopatia è riconosciuta anche da Raimondo Lullo (1230 - 1315),
e Theophylus Bombastus detto Paracelso (1493 - 1541);
inoltre Paracelso individua l' importanza della dose: 
"La nozione di veleno dipende esclusivamente dalla dose".

Altri sostenitori della legge sulla similitudine sono stati Tommaso Campanella (1568 - 1639);
Girolamo Cardano (1501-1596); Giorgio Baglivi (1668 - 1707) e Hufeland (1762 - 1836)

Ma è Christian Friederich Samuel Hahnemann (1755 - 1843) medico tedesco, il fondatore della moderna Omeopatia;

il quale, attraverso osservazioni e sperimentazioni, arriva alla conclusione che le sostanze utilizzate a scopo terapeutico,
se somministrate ad un individuo sano, riproducono i sintomi della malattia che guariscono.
Quindi riprende ed applica la legge di similitudine di Ippocrate: "similia similibus curantur" ovvero: " i simili si curino con i simili "
Nel 1806 pubblica "La medicina dell'esperienza", che contiene già le idee fondamentali dell'omeopatia:
le medicine devono essere scelte in base ai sintomi del paziente, senza fare riferimento alla presunta malattia che li avrebbe causati;
l'effetto delle medicine si può scoprire solo con esperimenti su persone sane, in quanto nei malati i sintomi della malattia si confondono con quelli causati dalla medicina;
il "principio dei simili" (similia similibus curantur): le medicine devono essere scelte in base alla somiglianza tra i loro effetti e i sintomi del paziente;
le medicine devono essere date in piccole dosi;
il trattamento deve essere ripetuto soltanto al ripresentarsi dei sintomi.
Successivamente, nel 1810, pubblica la sua opera più famosa: "Organon, dell'arte del guarire"; ancora oggi libro di riferimento nonostante le nuove conoscenze acquisite in materia

Post a comment

300x250