Orticaria e angioedema

L'orticaria può essere fonte di frustrazione, sia per il paziente che per il medico. Le cause scatenanti possono essere farmaci, allergie alimentari, punture di insetti, stimoli di tipo fisico, e possono essere di difficile identificazione, in particolare nei casi in cui la patologia è diventata cronica.


L'orticaria è una condizione patologica frequente, caratterizzata da pomfi transitori, pruriginosi, eritematosi e con sbiancamento centrale. Le lesioni possono essere a volte difficili da distinguere da quelle della vasculite urticarioide, che è una lesione dei vasi sanguigni non infettiva.

Le lesioni tipiche dell'orticaria, tuttavia, durano meno di 24 ore e si risolvono senza lasciare tracce, mentre le lesioni vasculitiche durano in genere più di 24 ore, e quando si risolvono lasciano segni di iperpigmentazione. Le lesioni della vasculite urticarioide tendono inoltre ad essere dolorose, ed a causare bruciore più che prurito.

Quando l' anamnesi e l'esame obiettivo da soli non sono in grado di differenziare l' orticaria dalla vasculite urticarioide, una risposta definitiva può essere ottenuta con una biopsia cutanea. 
Se le lesioni urticarioidi sono presenti per meno di 2 settimane la condizione viene classificata come orticaria acuta. Se le lesioni persistono invece per 6 settimane o più la diagnosi è di orticaria cronica. Nell'orticaria acuta è spesso possibile identificare una causa, mentre la maggior parte dei casi di orticaria cronica è di tipo idiopatico. 
L'angioedema è invece un’ allergia che si caratterizza per edema e gonfiore del dorso di mani e piedi, delle palpebre, delle labbra, delle mucose e dei genitali.

Presenta alterazioni istopatologiche simili a quelle dell'orticaria, ma interessa il derma profondo ed i tessuti sottocutanei. L'angioedema non è associato a prurito, oppure solo a un prurito lieve, ed il paziente riferisce una sensazione di dolore o di bruciore. L'angioedema dura in genere 12-48 ore, e riguarda il 40% dei pazienti con orticaria.

L'angioedema coinvolge solitamente le labbra, le palpebre, il volto, le estremità degli arti, con una distribuzione asimmetrica. 
L'angioedema può interessare anche il tratto gastrointestinale e può causare dolore addominale, nausea, vomito e diarrea. L'angioedema senza orticaria riguarda una piccola percentuale di pazienti, e può associarsi a patologie del complemento oppure ad assunzione di ACE-inibitori.

Post a comment

300x250