Logo Benessere Salute Guide su benessere e salute, salute bellezza, centro benessere, elenco medici e links dal mondo del benessere  salute

Gravidanza e Fumo

Il fumo durante la gravidanza nuoce gravemente ed aumenta il rischio d'aborto o di parto prematuro moltiplicando il pericolo di morte improvvisa del bambino ed esponendolo ad una maggiore percentuale di rischio di ammalarsi di tumore.

Fumare riduce di oltre il 30 per cento le probabilità di rimanere incinte. Nelle donne le cui madri erano già fumatrici la fertilità è risultata ridotta addirittura di quasi il 50 per cento. Le sostanze tossiche inalate pregiudicano il controllo ormonale ed influenzano la maturazione ovulare della donna come la produzione di sperma nell'uomo nonché una maggiore difficoltà nel concepimento causata da un'alterazione dell'endometrio che ostacola la risalita degli spermatozoi.

Durante la gravidanza le tossine del fumo del tabacco che la madre assorbe volontariamente o involontariamente passano tramite i vasi del cordone ombelicale e la placenta direttamente al bambino che si trova nel grembo della madre. La nicotina provoca una diminuzione dell'irrorazione sanguigna dell'utero e della placenta e quindi anche un minore apporto di sostanze vitali al nascituro. Il monossido di carbonio assunto con il fumo riduce l'apporto d'ossigeno nella circolazione materna e del bambino, rimuovendo già in deboli concentrazioni l'ossigeno dal suo vettore di trasporto, i globuli rossi.

Il fumo nuoce gravemente alla salute sopratutto nei casi di gravidanza

Durante la gravidanza il fumo nuoce alla salute

Relazione con la morte improvvisa del lattante È detto morte improvvisa del lattante il decesso inspiegabile e inatteso di un bambino apparentemente sano. Le cause e i meccanismi che hanno provocato la morte del bambino restano oscuri anche dopo un'autopsia. È però certo che determinati fattori aumentano il rischio di morte improvvisa di un lattante. In particolare, si possono menzionare la posizione sulla pancia nel sonno, l'esposizione al fumo del tabacco e un'eccessiva temperatura ambientale mentre il bambino dorme. Oltre alla posizione nel sonno, il fumo del tabacco è il principale fattore di rischio da considerare. Diverse ricercatrici e ricercatori hanno dimostrato che fumare durante la gravidanza triplica il rischio di una morte improvvisa del neonato.

Il rischio è maggiore anche se la madre rinuncia al fumo durante la gravidanza ma espone il neonato al fumo del tabacco.